Droghe virtuali?

In voga tra i giovani spagnoli arriva anche in Italia iDoser, un modo completamente nuovo di drogarsi.

iDoser si basa sugli studi sperimentati sul cervello, negli anni Settanta, dal dr. Gerald Oster e consiste in un semplice programma cui caricando particolari file sorgente emette suoni stereo a frequenze variabili diversi tra il canale sinistro e quello destro che, se ascoltati tramite auricolari, possono portare effetti di alterazione della percezione diventando vere e proprie droghe virtuali. Inizialmente questo sistema veniva usato per favorire stati di sonno, meditazione o curare le cefalee ma qualcuno ha ben pensato di riadottare il sistema a scopi ben meno salubri. Gli effetti non sono di certo comprovati dato che più fonti riportano risultati nulli o semplice intorpidimento mentre per qualcuno, come riportato sul sito ufficiale italiano da cui potete scaricare le droghe digitali (Cocaina, Metanfetamine, Ecstasy, Marijuana ecc…) nonchè il dosatore iDoser, sono semplicemente super! Personalmente non ho provato dato che non trovo più le cuffie e che la somministrazione va fatta in condizioni ambientali particolari quali essere rilassati, coperti e con gli occhi bendati ma se doveste provare (cosa che ovviamente sconsiglio) lasciate un commento perchè sono proprio curioso!

5 thoughts on “Droghe virtuali?

  1. Diciamo che ti da una sensazione di piacere.. di relax assoluto simile all’effetto della vera droga.. non dovrebbe fare male…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...